Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Finlandia – Coronavirus. Nuove disposizioni sanitarie per l’ingresso nel Paese.

Data:

29/09/2020


Finlandia – Coronavirus. Nuove disposizioni sanitarie per l’ingresso nel Paese.

Dal 1 ottobre 2020 il vigente sistema di autoisolamento fiduciario di 14 giorni previsto per i viaggiatori che entrano in Finlandia da Paesi considerati a rischio, e dai quali l’ingresso è pertanto soggetto a restrizioni, sara’ affiancato da un parallelo sistema volto a ridurre il periodo di quarantena fiduciaria (durante la quale saranno vivamente sconsigliati anche gli spostamenti per lavoro) mediante la volontaria sottoposizione a due test COVID-19 che abbiano esito negativo.

Questo nuovo modello, fortemente raccomandato dalle Autorita’ locali, prevede in specifico che:
1) i residenti in Finlandia in rientro da Paesi a rischio possano, a propria discrezione, abbreviare il periodo di 14 giorni di autoisolamento sostenendo un test in aeroporto/porto all’arrivo in Finlandia, seguito da un secondo test nella città di residenza dopo (comunque non prima di) 72 ore dal primo test;

2) i non residenti che si recano in Finlandia per motivi di lavoro o altri motivi essenziali provenendo da Paesi a rischio, sono viceversa invitati ad effettuare un primo test entro 72 ore (3 giorni) prima dell’ingresso nel Paese. Il secondo test dovrebbe invece essere fatto non prima di 72 ore (3 giorni) dopo l'ingresso in Finlandia.

In attesa del risultato del secondo test, tutti i viaggiatori gia’ entrati nel paese dovranno rimanere in autoisolamento. Il periodo di autoisolamento terminerà se anche il risultato del secondo test è negativo. Per contro, in caso di positivita’, le Autorita’ sanitarie imporranno la quarantena fino a guarigione.


I viaggiatori che entrano in Finlandia per lavoro e motivi essenziali e soggiornano nel paese per meno di tre giorni (meno di 72 ore) non saranno tenuti a mettersi in isolamento o sostenere un secondo test.
Eccezioni alle predette disposizioni sono previste per i viaggiatori provenienti da Svezia ed Estonia, che potranno venire a lavorare in Finlandia senza autoisolamento o test. Allo stesso modo, i residenti delle comunità frontaliere ai confini terrestri tra Finlandia e Svezia e tra Finlandia e Norvegia non saranno tenuti a sottoporsi a quarantena fiduciaria.

Nessuna restrizione sara’ invece prevista per i viaggiatori provenienti da Paesi non considerati a rischio, dai quali sara’ consentito anche l’ingresso per turismo. L’aggiornamento degli elenchi di Paesi esteri in base al rischio epidemico avra’ cadenza settimanale.


Link utili:
Comunicato dell'Ufficio del Primo Ministro finlandese


617