Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cittadinanza

 

Cittadinanza

CITTADINANZA

L’attribuzione della cittadinanza italiana è regolata dalla legge n. 91 del 5.12.1992 che, a differenza della legge precedente, rivaluta il peso della volontà individuale nell’acquisto e nella perdita della cittadinanza e riconosce il diritto alla titolarità contemporanea di più cittadinanze.

Nel rinviare alla pagina informativa sulle modalita’ di attribuzione della cittadinanza italiana, si forniscono di seguito alcune indicazioni pratiche relative alle due tipologie piu’ diffuse di acquisizione della cittadinanza italiana.

Riconoscimento della cittadinanza italiana “iure sanguinis”

L’istanza di riconoscimento di cittadinanza “iure sanguinis” deve essere presentata di persona presso lo sportello della sezione consolare negli orari di apertura dell’Ambasciata.

Il modulo di richiesta, reperibile QUI, deve essere corredato dei seguenti documenti:

1) estratto dell’atto di nascita dell’avo italiano emigrato all’estero rilasciato dal Comune italiano ove egli nacque;

2) atti di nascita, muniti di traduzione ufficiale italiana, di tutti i suoi discendenti in linea retta, compreso quello della persona rivendicante il possesso della cittadinanza italiana;

3) atto di matrimonio dell’avo italiano emigrato all’estero, munito di traduzione ufficiale italiana se formato all’estero;

4) atti di matrimonio dei suoi discendenti, in linea retta, compreso quello dei genitori della persona rivendicante il possesso della cittadinanza italiana;

5) certificato rilasciato dalle competenti Autorità dello Stato estero di emigrazione, munito di traduzione ufficiale in lingua italiana, attestante che l’avo italiano a suo tempo emigrato dall’Italia non acquistò la cittadinanza dello Stato estero di emigrazione anteriormente alla nascita dell’ascendente dell’interessato;

6) certificato rilasciato dalla competente Autorità consolare italiana attestante che né gli ascendenti in linea retta né la persona rivendicante il possesso della cittadinanza italiana vi abbiano mai rinunciato ai termini dell’art. 7 della legge 13 giugno 1912, n. 555;

7) certificato di residenza;

8) ricevuta di avvenuto bonifico del contributo amministrativo di 300 euro (per i dettagli vedi sotto)

L’istanza di riconoscimento del possesso della cittadinanza italiana presentata da individuo maggiorenne è soggetta, dal 08/07/2014 al pagamento preventivo di un contributo amministrativo di € 300,00 (da versare precedentemente alla presentazione dell’istanza), che verrà trattenuto indipendentemente dall'esito finale della procedura. Il contributo va versato al conto corrente dell’Ambasciata, di cui si riportano di seguito gli estremi:

IBAN: FI40 1820 3000 0327 14; codice swift/BIC: NDEAFIHH.

Nell’effettuare il pagamento andranno compilati i seguenti campi:

Causale: dovrà essere indicato “riconoscimento di cittadinanza “iure sanguinis” ed il nominativo della persona che presenta l’istanza;

Numero di riferimento: 18610.

Cittadinanza per matrimonio con cittadino/a italiano/a

A partire dall’1 agosto 2015, i soggetti residenti all’estero devono presentare la domanda di acquisto della cittadinanza italiana per via telematica secondo la procedura stabilita dal competente Ministero dell’Interno. Il richiedente deve registrarsi sul portale dedicato, denominato ALI, al seguente link e, effettuato il login, avrà accesso alla procedura telematica per la presentazione della domanda di cittadinanza.

Al fine di rendere piu’ rapida la verifica della documentazione da parte dell’Ambasciata, si invitano i soggetti richiedenti a prendere contatto con la sezione consolare non appena inserita la documentazione richiesta sul portale ALI.

Costi

Si ricorda che – a differenza delle istanze di riconoscimento della cittadinanza italiana “iure sanguinis”, per le quali si rimanda al paragrafo dedicato - le istanze o le dichiarazioni concernenti l'elezione, l'acquisto, il riacquisto, la rinuncia o la concessione della cittadinanza italiana sono soggetti al pagamento di un contributo obbligatorio di 250 euro da versare sul C/C n. 809020 intestato a: MINISTERO INTERNO D.L.C.I.- CITTADINANZA con causale: "Cittadinanza - contributo di cui all'art.1, comma 12, legge 15 luglio 2009, n. 94";


98