Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Informazioni utili relative all’epidemia COVID-19 (Coronavirus)

Data:

11/03/2020


Informazioni utili relative all’epidemia COVID-19 (Coronavirus)

 

AVVISO ALL'UTENZA

A fini preventivi e prudenziali e nel quadro delle misure per l’emergenza Covid-19, in ottemperanza alla Direttiva n. 2/2020 della P.C.M. – Ministero per la Pubblica Amministrazione, per minimizzare l’eventualità di un affollamento delle zone comuni della Cancelleria dell’Ambasciata d’Italia in Helsinki, a partire da lunedì 16 marzo 2020 e fino a data da destinarsi l’Ufficio Consolare riceve il pubblico esclusivamente su appuntamento in orari limitati, e previa valutazione dell’urgenza della pratica.

Servizi di sportello all’utenza saranno garantiti:

mercoledì 20 gennaio 2021, dalle ore 9:30 alle ore 13:00

giovedì 21 gennaio 2021, dalle ore 9:30 alle ore 13:00

Si invita l'utenza a presentarsi presso l'Ufficio munita di dispositivi di protezione individuale, in particolare di mascherina.

Si ringrazia per la comprensione.

 

Link utili:
Comunicato dell’Ufficio del Primo Ministro finlandese

istruzioni di FINAVIA (Ente finlandese per l'aviazione civile)

comunicato di FINAVIA sull’obbligo della mascherina all’interno delle aerostazioni

istruzioni dell´Ospedale dell´Universitá di Helsinki

linee guida delle Autoritá di frontiera finlandesi

 

 

***

Informazioni relative a restrizioni agli spostamenti verso la Finlandia o eventuali altre limitazioni imposte a persone provenienti dall’Italia a causa dell’epidemia Coronavirus sono disponibili sul sito Viaggiare Sicuri della Farnesina, accessibile anche tramite la APP “Unità di Crisi”. Sullo stesso sito è disponibile anche un Focus dedicato all’emergenza COVID-19. Le misure igieniche di prevenzione consigliate dal Ministero della Salute si trovano qui.

Per quanto riguarda le raccomandazioni sanitarie delle Autorità finlandesi, si possono trovare tutte le informazioni sul sito dell’Istituto Nazionale di Sanita’ e Previdenza THL (https://thl.fi/en/web/thlfi-en), che ha realizzato la brochure informativa anche in lingua italiana (brochure).

***

 

Finlandia - Coronavirus. Proroga disposizioni sanitarie per l’ingresso nel Paese.

 

Le Autorita’ finlandesi hanno prorogato la validita’ delle restrizioni attualmente vigenti fino al 9 febbraio 2021.

Restano pertanto valide le misure introdotte dal 12 ottobre scorso. In particolare, da tutti i Paesi europei continueranno ad essere consentiti ingressi in Finlandia unicamente per lavoro, per motivi essenziali e per rientro dei residenti, con obbligo di autoisolamento fiduciario di 10 giorni, che potra’ essere abbreviato in caso di doppio test negativo (tampone o test antigenico rapido) a distanza di almeno 72 ore.

Dispensati dall’obbligo di quarantena e/o di secondo tampone i viaggiatori per lavoro o motivi essenziali con permanenza nel Paese inferiore alle 72 ore.

Restano valide anche le eccezioni gia’ previste per i lavoratori provenienti da Svezia ed Estonia, che potranno entrare in Finlandia senza autoisolamento o test, cosi’ come per i residenti delle comunità frontaliere ai confini terrestri con Svezia e Norvegia.

Al di fuori dello spazio UE/Schengen, liberta’ di circolazione sara’ garantita ai cittadini di Australia, Ruanda, Singapore, Tailandia e Nuova Zelanda, qualora provenienti da quei Paesi.

 

 

Finlandia - Coronavirus. Nuove disposizioni sanitarie per l’ingresso nel Paese.

 

A partire da lunedi’ 12 ottobre la durata dell’autoisolamento fiduciario obbligatorio per i viaggiatori che entrano in Finlandia provenienti da Paesi considerati a rischio è stata ridotta da 14 a 10 giorni.

Dalla stessa data la Finlandia ha ripristinato i controlli alle frontiere anche nei confronti di Cipro, Lettonia e Liechtenstein, in ragione del tasso di infezione in quei Paesi. In pratica, dal 12 ottobre la Finlandia considera a rischio tutti gli Stati europei, con la conseguenza che saranno consentiti ingressi unicamente per lavoro, per motivi essenziali e per rientro dei residenti, con obbligo di autoisolamento fiduciario di 10 giorni, che puo’ essere abbreviato in caso di doppio test negativo (tampone o test antigenico rapido) a distanza di almeno 72 ore. Dispensati dall’obbligo di quarantena e/o di secondo tampone i viaggiatori per lavoro o motivi essenziali con permanenza nel Paese inferiore alle 72 ore.
Restano valide anche le eccezioni gia’ previste per i lavoratori provenienti da Svezia ed Estonia, che potranno entrare in Finlandia senza autoisolamento o test, cosi’ come per i residenti delle comunità frontaliere ai confini terrestri con Svezia e Norvegia.

Al di fuori dello spazio UE/Schengen, liberta’ di circolazione è garantita ai cittadini di Australia, Giappone, Ruanda, Corea del Sud, Tailandia, Nuova Zelanda e Uruguay, qualora provenienti da quei Paesi.

Tali disposizioni sono previste rimanere in vigore fino al 10 novembre, con consueti aggiornamenti della lista dei Paesi a rischio a cadenza settimanale.

 

 

Finlandia - Reintroduzione di misure restrittive agli ingressi dall’Italia a partire dal 19 settembre

 

Alla luce del nuovo aggiornamento della lista di Paesi in base al tasso nazionale di incidenza del virus, dal 19 settembre 2020 la Finlandia reintrodurra’ misure restrittive anche nei confronti dell’Italia. In pratica, dall’Italia saranno consentiti solo ingressi per lavoro, per “motivi essenziali” e il ritorno dei residenti in Finlandia, con obbligo di autoisolamento fiduciario di 14 giorni, mentre non saranno consentiti ingressi per turismo.

Il Governo finlandese ha infatti stabilito che dal 19 settembre, ogni Paese che abbia registrato negli ultimi 14 giorni una quota superiore a 25 contagi su 100mila abitanti verra’ considerato “a rischio” e, pertanto, per coloro che provengano dallo stesso, verranno introdotte restrizioni al libero ingresso in Finlandia. Si ricorda che le Autorita’ finlandesi considerano viaggiatori provenienti dai Paesi “a rischio” anche coloro che vi transitano per mero scalo aeroportuale, oltre che sulla base di nazionalita’ e luogo di residenza del passeggero.

In base a tale decisione, dal 19 settembre la Finlandia garantira’ liberta’ di circolazione unicamente da Germania, Svezia, Polonia, Bulgaria, Norvegia, Slovacchia, Lituania, Estonia, Islanda, Cipro, Lettonia e Liechtenstein. Al di fuori dello spazio UE/Schengen, liberta’ di circolazione sara’ garantita ai cittadini di Australia, Canada, Giappone, Georgia, Nuova Zelanda, Ruanda, Corea del Sud, Tailandia, Tunisia e Uruguay, qualora provenienti da quei Paesi.
Tale decisione e’ prevista rimanere in vigore fino al 18 ottobre, con aggiornamenti della lista dei Paesi “a rischio” a cadenza settimanale.

 

 ****

Finlandia - Coronavirus. Nuove disposizioni sanitarie (Aggiornato gennaio 2021).

A fronte della recente accelerazione dell’epidemia nella provincia di Uusima, le competenti Autorita’ finlandesi hanno deliberato una serie di nuove misure restrittive per l’area urbana di Helsinki, destinate a restare in vigore fino al 31 gennaio 2021.

Sono stati disposti in particolare:

- la chiusura di tutte le strutture pubbliche quali palestre, piscine, centri culturali, teatri, cinema e musei. Restano naturalmente aperte le strutture ospedaliere e i centri di assistenza sociale, cosi’ come gli asili e le scuole primarie. Gli istituti di istruzione secondaria e le Universita’ passano alla didattica a distanza, mantenendo il regime di presenza solo ove indifferibile. Le biblioteche restano aperte per i soli servizi di ritiro e consegna di volumi gia’ prenotati;

- il divieto di eventi pubblici e/o riunioni (all’interno o all’aperto) cui partecipino piu’ di 10 persone. Eventi e/o riunioni con meno di 10 partecipanti saranno possibili solo se “essenziali” e a condizione di assicurare opportuno distanziamento e dispositivi di protezione individuale quali mascherine facciali e gel disinfettanti. Saranno in ogni caso da preferire eventi e/o riunioni in modalita’ virtuale;

- l’annullamento di ogni attivita’ di svago e/o sportiva non professionistica (all’interno o all’aperto) per partecipanti al di sopra dei 20 anni. Eventi con partecipanti minori di 20 anni potranno aver luogo solo se gia’ previsti, mentre non potranno esserne organizzati di nuovi;

- l’obbligatorietà dell’utilizzo delle mascherine facciali dai 15 anni in su (a meno di prescrizione sanitaria individuale che ne impedisca l’uso) all’interno di mezzi di trasporto pubblico e di esercizi pubblici quali negozi, banche e centri sanitari;

- la raccomandazione generale di promuovere lavoro agile da remoto in tutti gli ambiti lavorativi in cui sia possibile. Ove non possibile, i lavoratori hanno l’obbligo di indossare la mascherina facciale;

- la raccomandazione di limitare i contatti personali alla stretta cerchia familiare. Incontri e celebrazioni private ed occasioni di ritrovo familiare sono sconsigliati. Si raccomanda infine di limitare al massimo la partecipazione a funerali.

 

Link utili:
Municipalita’ di Helsinki 

Distretto sanitario di HUS 

 

Analoghe raccomandazioni sono state formulate anche dalle competenti Autorita’ di altre municipalita’ finlandesi, quali Tampere, Turku ed Oulu

 

 

Coronavirus - Finlandia. “Strategia ibrida” del Governo per il graduale superamento delle restrizioni imposte durante lo stato d’emergenza.

 

A conclusione dello stato d’emergenza, il Governo finlandese ha adottato una “strategia ibrida” volta a superare gradualmente lo stato di emergenza, imperniata su tre obiettivi:

- prevenire efficacemente l’ulteriore diffusione del virus;
- minimizzarne gli effetti nefasti sulla popolazione, l’economia e la società civile;
- minimizzarne l’impatto sull´esercizio dei diritti fondamentali.

La strategia ibrida sarà perseguita appaiando il passaggio a misure restrittive più mirate con una più ampia gestione epidemiologica, all’insegna del motto “test, trace, isolate and treat”. Misure di emergenza rimangono quindi in vigore, nei termini che seguono:

dal 14 maggio, attenuazione delle limitazioni di movimento all’interno dello spazio Schengen: consentiti i viaggi per motivi di lavoro e quelli “essenziali”; restano sconsigliati i viaggi di piacere. Il Ministero dell´Interno diffonderà breve delle linee-guida al riguardo, mentre il Governo auspica che sul tema si possa raggiungere un adeguato livello di coordinamento nel quadro UE;
dal 1 giugno, graduale riapertura dei pubblici esercizi, sempre che la situazione epidemiologica lo consenta; saranno necessari interventi legislativi (ad esempio, sulla densità degli avventori e gli orari di somministrazione degli alcoolici) da adottare nei prossimi giorni;
dal 14 maggio, riapertura delle aree ricreative all’aperto, salva l’osservanza delle norme sugli assembramenti;
dal 1 giugno, ripresa delle competizioni sportive, soggetta peraltro a “speciali accorgimenti” (per ora non noti);
• per le biblioteche, ripresa immediate dei prestiti (ma non di altre attività);
dal 1 giugno, riapertura graduale e controllata di musei nazionali e cittadini, teatri ed altri luoghi di cultura, biblioteche, centri ricreativi, piscine e palestre ecc.;
fino al 31 luglio, restano proibiti gli eventi pubblici con piu’ di 500 persone; a seconda dell’analisi della dinamica dei contagi, il tetto degli “assembramenti” potrebbe passare il 1 giugno da 10 a 50 persone, e a fine giugno si svolgerà un’ulteriore verifica; tale limite vale non solo per gli eventi pubblici, ma anche per quelli organizzati da soggetti privati; attese in proposito linee-guida del Ministero della Salute;
riapertura delle scuole il 14 maggio, sia pure con misure volte a limitare i contatti;
il Governo raccomanda che Università e ed istituti di istruzione e formazione per adulti continuino l’insegnamento a distanza sino al termine del semestre in corso;
simile raccomandazione riguarda il lavoro; sino a nuove comunicazioni (la valutazione arriverà fine estate), chiunque possa, resta invitato a lavorare da casa;
gli ultrasettantenni restano invitati ad evitare ogni contatto fisico non necessario, usando il proprio buon senso; analogamente, sino a fine giugno restano vietate le visite ai parenti in case di riposo e simili.

Per maggior informazioni, clicca qui

 

L´Ambasciata raccomanda di attenersi scrupolosamente a tali disposizioni, nell´interesse vitale di tutti e di ciascuno.

 

 

***

 

AVVISO IMPORTANTE relativo agli INGRESSI IN ITALIA DALL'ESTERO 

Consulta il Focus rientri della Farnesina per scoprire le nuove procedure previste dal DPCM 17/5/2020 (per la versione in inglese, clicca qui)

 

****


“Fase 2” - Domande frequenti sulle misure adottate dal Governo

Consulta il sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri per conoscere le principali novita' in vigore in Italia a partire dal 4 maggio 2020 (cd. "Fase 2").


****

- Per i numeri verdi regionali su COVID-19 vedi qui
- Per le istruzioni della Protezione Civile sul rimpatrio vedi qui

- Per l’annuncio e il testo del Decreto MIT vedi qui
- Sito del Ministero dell’Interno per i moduli di autodichiarazione per rientro a domicilio, clicca qui

 

Si ribadisce che le Ambasciate e Consolati non intervengono nelle questioni di carattere commerciale, come l’annullamento di biglietti e prenotazioni. Si consiglia vivamente di rivolgersi alla propria compagnia aerea per ulteriori informazioni a riguardo.



***

Emergenza Covid-19 – Conti corrente per donazioni in denaro

Il Dipartimento della Protezione Civile rende noto che offerte di donazioni in denaro per far fronte all'emergenza epidemiologica in atto in Italia, possono affluire sul conto corrente:

Conto corrente di tesoreria 22330;
Intestato a Presidenza del Consiglio dei ministri, Dipartimento della protezione civile CF 97018720587;
Coord. Bancarie IBAN: IT49J0100003245350200022330;
BIC: BITA IT RR ENT;
Causale: COVID19
CIN: J

Nel bonifico andra' indicata la causale COVID19.

 

Il Dipartimento della Protezione Civile ha inoltre attivato un conto corrente dedicato, le cui coordinate sono:
Banca Intesa Sanpaolo Spa
Filiale di Via del Corso, 226 - Roma
Intestato a Pres. Cons. Min. Dip. Prot. Civ.
IBAN: IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387
BIC: BCITITMM
Causale: COVID19


554